I registi più famosi

Ogni generazione genera i suoi idoli, sia nella politica, sia nell’arte e nella musica. Raccontarvi i 15 registi più influenti nella storia dell’umanità, hanno fatto il più grande contributo e lasciare il segno più vivido nella storia di questa zona di creatività.

E oggi, i loro capolavori sono amati da milioni di persone, perché sono al momento trasformato le menti di molte persone, a dimostrazione delle nuove funzionalità e la profondità dell’arte amata – cinema. Alfred Hitchcock

(1899-1989)

I registi più famosi

La fama mondiale e la popolarità di Hitchcock hanno portato i suoi dipinti “Finestra al cortile”, “Rebecca”, “Vertigo” e altri. Erano coloro che hanno permesso al regista di essere considerato un vero “Maestro di Terrore”. La maggior parte dei dipinti di Hitchcock sono thriller. La ricezione preferita del regista è stata la dimostrazione di ciò che sta accadendo dal punto di vista del personaggio principale, è il suo sguardo che lo spettatore può osservare la scena. Il regista ha prestato molta attenzione al suono – l’utilizzo di effetti inaspettati ha permesso di migliorare l’impressione di ciò che succede sullo schermo. Alfred Hitchcock ha fatto 65 film e divenne una leggenda del film vivente. I film “Uccelli” e “Psycho” sono diventati un vero classico horror. Nel 1967 ha ricevuto il “Oscar alla carriera”, “Premio Memorial di nome Irving Thalberg”, ma questo Academy Award per il suo direttore Hitchcock non ha mai avuto. Il regista è noto per il suo cameo – è apparso in piccoli episodi in tutti i suoi film successivi. David Wark Griffith

(1875-1948). Oggi, poche persone ricordano mai i soggetti dei dipinti di Griffith, ma è andato nella storia del cinema per sempre, come creatore del cinema moderno. David è giunto alla conclusione che la base di ogni film dovrebbe essere la trama e la tecnica per la sua presentazione. La creatività di questo regista ha reso il cinema un tipo speciale d’arte. La maggior parte dei film di Griffith è breve. Sono stati rimossi più di 450 piccoli dipinti. In collaborazione con Billy Bitzer, il regista ha introdotto nuove tecniche di ripresa: incrocio, parallelo e brevi modifica. La corona della carriera di Griffith era il nastro “La nascita della nazione”, che ha trasformato tutta la sua vita. L’immagine aveva un gusto rasistico pronunciato, membri del Ku Klux Klan in essa esibivano eroi. Tuttavia, il pubblico è andato affollato nel cinema, e il nastro è stato infine vietato in otto Stati Uniti. Nel 1935, l’American Film Academy ha consegnato Griffith Oscar per il suo contributo allo sviluppo della produzione cinematografica. Orson Wells

(1915-1985). Le innovazioni di Griffith sono state perfezionate da Orson Wells. Il regista si è aggiudicato la cinematografia dopo la sua riproduzione radio “La guerra dei mondi” ha fatto un’impressione straordinaria. Poi la società “RKO Pictures” e gli offrì un contratto. Come risultato, Wells ha sparato un’immagine di “Citizen Kane”, che è stato poi riconosciuto come il miglior film della storia. Anche per il cinema di oggi, la tecnica utilizzata sembra moderna. Il direttore ha continuato il suo lavoro in Europa, nel tentativo di trovare qualcosa di nuovo. Una caratteristica del maestro era l’uso di riflessi e ombre speculari nei film. ruolo Wells nella storia del cinema è difficile sopravvalutare, è uno dei registi più brillanti avuto una notevole influenza sullo sviluppo di questa arte. Jean-Luc Godard

​​(Gen. 1930).

I registi più famosi

Il più famoso dei rappresentanti francesi della nuova ondata del cinema. La sua immagine “All’ultimo respiro” molti considerano la prima nella storia del nuovo cinema. Il direttore ha violentemente violato le regole di tiro. Ha usato una fotocamera a mano e una luce naturale, che ha dato l’impressione di immediatezza e eventi documentari. Ma gli attori di Godard costantemente guardano direttamente nella telecamera e le scene sono affilate. Questo dà allo spettatore un’opportunità per capire che l’immagine non è documentaria, ma artistica. Il principio del lavoro di Godard rispecchia con maggior precisione la sua frase più famosa: “Il film deve avere un inizio, un mezzo e una fine, ma non necessariamente in questo ordine”. La creatività del regista ha giocato un ruolo importante nella formazione negli anni ’60 della giovane cinematografia dei paesi dell’Europa orientale, dell’Africa e dell’America Latina.Il ruolo dell’arte di Godard accuratamente descritto Jason Klitonom della società “Immagini Aperto City”: “Nel cinema moderno, Godard svolge lo stesso ruolo come il Picasso d’arte moderna – il ruolo di sconsiderato Daredevil, pioniere e qualcuno che ha paura di nulla, chi vuole provare tutto , e per i quali non esistono restrizioni “. John Ford

(1884-1973). L’unico direttore della storia che possiede quattro Oscar. Inoltre, Ford era anche uno scrittore. Il regista si è dimostrato con successo in cinema silenzioso e sano, lasciando dietro un ricco patrimonio artistico. Secondo molti dei suoi dipinti più famosi erano “Seekers”. Gli “Western Stagecoach” e “The Man Who Shot Liberty Valance” sono cultici nel loro genere, ma Ford non è stato limitato a questo argomento. Ha filmato il romanzo Steinbeck “Uva di furia”, ha fatto il film “Quiet Man”, si è provato e nel documentario. I suoi nastri “Battle for Midway” e “7 dicembre” erano anche molto apprezzati dagli spettatori e dai critici. Ford è anche famosa per il suo amore per il cinema nel futuro lontano. direttore totali effettuati circa 130 dipinti, prestando più attenzione a causa dei seguenti temi: Irlanda, terra dei suoi antenati, lo sviluppo del West ei giorni feriali US Army. Stanley Kubrick

I registi più famosi

(1928-1999). Era uno dei registi più influenti del XX secolo. La maggior parte dei film del regista sono versioni a schermo, Kubrick in essi dimostra sia abilità tecniche che un nuovo approccio alla narrazione in generale. I suoi film sono permeati con un sottile spirito. Kubrick era desideroso di saturare i film con una vasta gamma di emozioni, che è un dispositivo piuttosto complicato per qualsiasi regista. Le persone che guardano i suoi film possono ridere e piangere allo stesso modo. Lo spettatore diventa complice nel film, sperimentando in pari misura con i personaggi principali. Il regista ha apprezzato l’uso di metafore nei dipinti, quindi talvolta la comprensione del design vero è arrivata solo dopo pochi colpi. Stanley Kubrick si è provato in vari generi – nella sua biografia appartiene oltre ad adattamenti e film horror, nastri psicologici. L’unicità del lavoro del regista lo mette sopra un particolare genere, i suoi film hanno creato una propria nicchia creativa separata – i film “Stanley Kubrick”.

I registi più famosi

Sergey Eyzenshteyn

(1898-1948) ha dovuto ritirare tutti i 7 quadri, ma il suo lavoro ha avuto un’influenza inestimabile sul cinema moderno. Uno dei film più impressionanti di tutti i tempi era il suo “Battleship Potemkin”. La tecnica innovativa il regista utilizzato in altri suoi film, ma questo è il nastro gli ha permesso di prendere posto insieme a Wells e Griffin tra i maggiori innovatori del cinema. Eisenstein ha molti seguaci, di cui il più famoso è Alfred Hitchcock. Charlie Chaplin

(1889-1977) è diventato il primo superstar di Hollywood. Tuttavia, i suoi successi sono legati non solo al gioco dell’attore, ma anche alla direzione. Tutti i suoi dipinti hanno raccolto stanze complete, i film di Chaplin senza parole hanno dato alle persone l’opportunità di sentire l’intera gamma di sentimenti. I film del regista sono stati abbastanza diversi: ha toccato i problemi sociali e politici. Anche se il cinema silenzioso presto ha dato il suo posto al suono, la tecnica direttrice di Chaplin, le sue maniere, ha avuto una forte influenza sul cinema. Tra i seguaci del regista si distinguono Woody Allen e Lloyd Kaufman. Federico Fellini

(1920-1993) è stato il più famoso regista italiano, forse. Il suo genere è stato chiamato neo-realismo. In primo luogo, Federico era un semplice scritto e ha contribuito a un’altra leggenda del cinema italiano, Roberto Rossellini nel lavoro nei film “Countryman” e “Roma – città aperta”. La maggior parte dei film di Fellini è un riflesso dei propri sogni, non di una dura realtà. La semplicità del cinema ha cercato di fare molti, ma sono state le immagini di questo italiano che potrebbe così incantare milioni di spettatori. Fellini ha creato il suo stile unico e unico, entrando con lui nel tesoro del cinema mondiale.Il suo classico film “Sweet Life” ha innanzitutto suscitato l’ira della stampa per una vera e propria rappresentazione della vita della società moderna. Ma più tardi il film è diventato un simbolo della grande epoca del cinema italiano, mettendo in aggiunta la base della collaborazione del regista con Marcello Mastroiani. Stephen Spielberg

(nato 1946) ha introdotto il concetto di blockbuster, che è apparso con il rilascio del film “Jaws”. Oggi, Spielberg è il regista di maggior successo, girando il maggior numero di dipinti multi-budget. I suoi film sono già diventati classici, basta ricordare “Indiana Jones”, “Schindler’s List”, “Jurassic Park”. Nel 1999, Spielberg è stato ufficialmente riconosciuto come il miglior regista del 20 ° secolo, e nel 2001 in Gran Bretagna la regina Elisabetta ha fatto anche ai Cavalieri per il suo preziosissimo contributo all’industria cinematografica britannica. È Steven Spielberg che è il regista più alto della storia del cinema – i suoi film hanno incassato quasi 9 miliardi di dollari. È curioso che i tentativi del direttore d’inizio di entrare nella scuola cinematografica all’università sono stati respinti con una sintesi: “Troppo talento”. Martin Scorsese

(nato nel 1942) è il rappresentante della “nuova generazione” che è apparsa a Hollywood negli anni ’70. Questo è uno dei pilastri del cinema moderno, ha potuto sollevare i concetti di aggressione e di sesso ad un nuovo livello più alto. Scorsese non è un agitatore di crudeltà: lo decora semplicemente con l’ornamento. La scena della battaglia di pugilato nel film “Raging Bull” è diventata una delle più spettacolari ed emozionanti della storia. Scorsese preferisce riempire i suoi nastri con drammi e sfide di vita. I suoi film sono spesso basati su eventi reali. Il regista è disposto ad usare gli attori e gli assistenti preferiti di nuovo e di nuovo.

I registi più famosi

Akira Kurosawa

(1910-1998) ha lasciato un segno significativo nella storia del cinema mondiale. E ‘sufficiente citare la cintura, che divenne la base per un film di Hollywood, “I sette samurai” ( “I magnifici sette”), “The Bodyguard” ( “Per un pugno di dollari”) e “La fortezza nascosta” ( “Guerre Stellari”). Anche se Kurosawa ha girato i suoi quadri in Giappone, la sua popolarità in patria era inferiore a quella di tutto il mondo. I compatrioti hanno costantemente criticato i dipinti di Akira, ma per tutto il mondo è diventato l’uomo che ha mostrato una cultura interessante e distintiva per tutto il mondo. I film di Kurosawa sono pieni di vedute filosofiche, ha anche riuscito a riunire l’arte cinematografica dell’Est e dell’Ovest.

I registi più famosi

Ingmar Bergman

(1918-2007) ha creato una serie di capolavori del favorito del pubblico, in questo è stato aiutato da attrice Liv Ullman e il direttore della fotografia Sven Nykvist. La maggior parte dei dipinti di Bergman erano autobiografici, il regista ha raccontato i suoi film su come la vita di una persona dipende da una serie di circostanze diverse. Ingmar utilizza abilmente l’introspezione per creare immagini indimenticabili. Bergman non riconosce effetti speciali, e il suo attrezzo tecnico preferito era leggero. Era con il suo aiuto che le emozioni degli attori sono state dimostrate e i loro segreti più segreti si sono rivelati. Il tema principale della creatività di Ingmar è una persona che è rimasta da solo con se stesso e cerca veri rapporti umani. Bergman ha anche agito in parallelo come regista teatrale, mettendo in scena i drammi di Shakespeare e Chekhov. John Cassavetes

(1929-1989) è giustamente considerato il fondatore del cinema indipendente americano. Carriera in questo settore Cassavetes ha iniziato come attore e ha guadagnato soldi per aver realizzato il suo film di debutto “Shadows”. In esso non è mai stato usato alcun script, e l’immagine è dedicata ad un certo numero di argomenti proibiti per quel tempo, compresi i rapporti interrazziali. La visione del lavoro di Cassavetes richiede molta pazienza. Il regista stesso non ha mai insegnato agli attori come interpretarli, permettendo loro di essere il più naturale possibile. Questo approccio ha permesso al regista di creare le immagini più realistiche. Cassavetes ha avuto un’enorme influenza su Godard, Scorsese e Rivetta, che ha poi sviluppato le sue idee.

I registi più famosi

Billi Uaylder

(1906-2002) è diventato uno dei registi più popolari e sceneggiatori di Hollywood, anche se nato in Austria e ha cominciato a parlare solo in inglese dopo il suo arrivo in America negli anni ’30. Il successo del regista del genio non è stato molto successo. Quasi fino alla sua morte Wilder è andato in ufficio, creando tutte le nuove idee. I suoi film “Sunset Boulevard”, “uscita Lost”, “appartamento” amato dal pubblico di tutto il mondo. Nel record del regista più di sessanta film e 6 Oscar. Chiavi al successo, Wilder considerava uno sceneggiato premuroso, aforismi accurati e accurati. Il regista è diventato famoso come il più grande maestro commedia americana, il suo film “A qualcuno piace caldo” in cima alla lista delle migliori commedie. Tuttavia, Wilder spesso appello al inusuale per i temi di Hollywood – la prostituzione, campi di concentramento, l’alcolismo e significato della vita.

Add a Comment